Chi sono

foto chi sono 2Sono nato a Tonara, splendido paese sui monti dell’entroterra sardo. Vivere in montagna mi ha permesso – sin da bambino – di contemplare le vette, ma anche le valli tristi delle realtà terrene coperte da ombre e oscurità: la povertà, la disoccupazione, la crisi degli affetti, le malattie incurabili, ecc. Di conoscere il vento leggero, capace di accarezzare, coccolare e abbracciare (i giorni felici), e quello forte che, invece, trascina, schiaffeggia e prende a pugni: i momenti di disperazione.

Ho conseguito il Dottorato in Teologia Morale nella Pontificia Facoltà Teologica di Cagliari. Ho studiato, e continuo a studiare, con «mente aperta e in ginocchio».

Ordinato sacerdote nel 1995, attualmente sono parroco e docente di Teologia Morale presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose Sassari – Tempio Euromediterraneo. Per quanto riguarda l’insegnamento, ho fatto mie le parole di Papa Francesco nel suo discorso tenuto a Quito ai professori della Pontificia Università Cattolica dell’Ecuador: «In questo contesto universitario sarebbe bello interrogarci sulla nostra educazione di fronte a questa terra che grida verso il cielo. […] Mi chiedo insieme con voi educatori: vegliate sui vostri studenti aiutandoli a sviluppare uno spirito critico, uno spirito libero, in grado di prendersi cura del mondo d’oggi? Uno spirito che sia in grado di trovare nuove risposte alle molte sfide che la società ci presenta? Siete in grado di incoraggiarli a non ignorare la realtà che li circonda? A non ignorare ciò che succede intorno? Siete capaci di stimolarli a questo? A questo scopo bisogna farli uscire dall’aula, la loro mente bisogna che esca dall’aula, il loro cuore bisogna che esca dall’aula».

Adoro il cinema, l’arte, la musica e la letteratura. I libri, come per Primo Levi, sono i miei “legni di salvezza”.