“Famiglia: un’opera d’arte”. Integrare la fragilità

foto appuntamenti

Famiglia: un’opera d’arte. Riflessioni sull’Amoris laetitia attraverso i grandi pittori, Effatà Editrice, Cantalupa (TO) 2017. Dopo mesi di studio, ricerca e confronti, il mio ritorno al saggio teologico, frutto della mia esperienza all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Sassari. È  un testo che invita a integrare la fragilità. La presenza nelle nostre comunità e associazioni ecclesiali di tante persone separate, divorziate e conviventi, chiede un approccio pastorale non meno intenso di quello verso i fidanzati e i giovani sposi. Prof. Salvatore Cipressa scrive nella prefazione: «Consapevole che non si comunica soltanto con le parole ma anche con le immagini, l’autore si serve di alcune suggestive opere d’arte antica e contemporanea per esprimere quanto pensa nella mente e sente nel cuore. I dipinti e gli affreschi che accompagnano la lettura del libro non sostituiscono la parola ma la approfondiscono, la amplificano, suscitando nuove emozioni, suggestioni e comprensioni. Questo modo di procedere non è estraneo all’azione pastorale della Chiesa che da sempre si è servita dell’arte per comunicare la fede cristiana e il Vangelo».

Gli artisti, malgrado le loro fragilità e la consapevolezza di quelle altrui, sono riusciti a realizzare dei capolavori. Anche la fragilità è una ricchezza: «La fragilità dei fiori accresce la bellezza di un ciliegio» (Simone Weil). Il volume sarà distribuito prossimamente nelle librerie. Vi terrò aggiornati sulle date delle presentazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *